Per Carlo
> Liturgia > Momenti di preghiera
Carlo Castiglioni Ŕ mancato il 13 aprile. La comunitÓ lo ricorda e prega per lui.

Questa mattina, 13 aprile 2020, Carlo Castiglioni è tornato alla casa del Padre.

Preghiamo per lui, ringraziando il Signore che, attraverso la sua vita, ci ha insegnato come la fedeltà sia possibile. Fedeltà alla sposa, in salute e in malattia; fedeltà alla famiglia; fedeltà nell'amicizia e nella parrocchia.

Proprio per amicizia Carlo seguì Don Alfredo Seveso negli anni Sessanta, traslocando e diventando negli anni un punto di riferimento della nostra Parrocchia. Chi anche non l'avesse conosciuto personalmente, di sicuro lo ricorda mentre sopra l'altare si assicurava del buon svolgimento di tutte le celebrazioni principali. Formatore dei chierichetti e liturgista di lungo corso, Carlo era fedele anche al suo compito di ministro straordinario dell'Eucarestia: fino a tempi recentissimi si è occupato di portare Gesù agli ammalati, ai fragili, a chiunque lo desiderasse.

Ricorderemo la sua generosità, la puntualità, la solidità del suo esempio, la sua milanesità che è merce sempre più rara, tradotta nei motti rapidi e inaspettati. Ne ricorderemo l'eleganza e l'affetto manifestato in gesti concreti e poche chiacchiere.

Rattristati che la sua chiamata in questi tempi difficili ci impedisca di salutarlo come si deve, ci stringiamo intorno alla sua famiglia e chiediamo al Signore – per l'intercessione di Maria Santissima - di accoglierlo fra i suoi santi in questo tempo pasquale di grazia straordinaria, dimenticando i suoi peccati e ricompensandolo per il bene fatto alla sua comunità. Sempre vicino a Cristo nella sua sincera amicizia verso i sacerdoti, continui accanto al Risorto a pregare per i suoi e per noi tutti.

EVENTI
INFO
NOTIZIE
BLOG 4 calci al barbarigo