I “cinquant’anni” della Parrocchia
San gregorio barbarigo capitolo 2

La svolta conciliare. Nasce la nostra Parrocchia

Gli anni 1962-1967.

Il contesto ecclesiale e civile
IL CONCILIO E IL NUOVO ARCIVESCOVO

Mentre in Italia si sta operando una rapida trasformazione della vita, legata al forte sviluppo industriale, anche la vita della Chiesa, con l’elezione di Papa Giovanni XXIII (1958-1963), viene segnata da una svolta profonda.
Lo stile di questo pontificato viene immediatamente avvertito come una novità.
L’intuizione di fondo sembra esprimersi nel disimpegno politico, a fronte di un accentuato impegno pastorale.

Il fatto decisivo rimane il Concilio.
Penso sia importante collocare la nascita della nostra parrocchia in questo rinnovato clima pastorale (oltre che all’interno del “piano Montini”, come già abbiamo rilevato)

Subito, dopo un anno di vita, la nuova parrocchia vede cambiare l’Arcivescovo, che l’ha voluta. Montini diventa Papa, e provvede alla nomina del suo successore nella persona di Mons. Giovanni Colombo (1963-1979), vescovo ausiliare di Milano e rettore maggiore dei seminari diocesani.

L’episcopato di Colombo ha un rapporto di sostanziale continuità con quello di Montini.

La storia della nostra parrocchia
LA COSTITUZIONE DELLA NUOVA PARROCCHIA

Dentro questo contesto possiamo riprendere la documentazione della nascita e dei primissimi anni di vita della nostra parrocchia. Ecco alcuni dati significativi.

- Il decreto per la costituzione di una nuova Parrocchia, dedicata a S. Gregorio Barbarigo, Vescovo e Confessore, e per la costituzione del Beneficio Parrocchiale, è del 28 luglio 1962. Andrà in vigore a partire dal 15 agosto.

- Intanto si acquista un’area di circa mq. 8.500 lungo via Bordighera (vedi protocollo generale della Cancelleria di Curia, N.926/62) e vi si erige una modesta cappella. Ovviamente gli “anziani” parrocchiani, ricordano non solo l’esistenza, ma anche l’uso “parrocchiale” di questa cappella.

- Dal 15 agosto 1962 il Reverendo Presbitero Don Ettore Dante Garattini è nominato Vicario Economo.

- L’11 maggio 1963 viene concessa la facoltà di edificare la nuova chiesa. E il 23 maggio 1963 il Cardinale Arcivescovo Montini pone la prima pietra.

- Nello stesso anno, il 1° luglio 1963, don Ettore Garattini è nominato Preposto Parroco di S. Gregorio Barbarigo in Milano.

- La nuova chiesa è aperta al culto l’8 aprile 1965. È conservato un telegramma augurale dal Vaticano (per la nuova chiesa voluta dal Papa).

Poco tempo dopo, il 31 ottobre 1966, don Garattini rinuncia all’ufficio di parroco.
La nuova parrocchia aveva appena incominciato a muovere i primi passi (ricordiamo: la cappella e il vicario economo nel 62; la nomina a prevosto nel 63; la chiesa nel 65) che già vede il cambiamento del proprio parroco (la rinuncia nel 66), dopo soli quattro anni.

Era come se non avesse neppure fatto in tempo a respirare quell’aria di accentuato impegno pastorale che il Concilio stava portando... e già bisognava ricominciare da capo.

LA NOSTRA CHIESA
Vita del Santo